FILLER

In medicina estetica i filler sono materiali che vengono iniettati nel derma o nel tessuto sottocutaneo allo scopo di riempire una depressione o di aumentare i volumi.

Possono essere transitori, quando il loro effetto cosmetico-clinico cessa dopo qualche tempo, e permanenti, quando rimangono, ove iniettati, per tutta la vita.

Tra i più adoperati vi sono l’acido ialuronico, che è uno zucchero presente in tutte le specie animali e che non richiede alcun test prima dell’inoculazione ed il collagene, ambedue considerati filler transitori.

Tra i permanenti il più adoperato è la poli-alchil-immide. Esistono anche filler detti “semipermanenti” perché a lentissimo riassorbimento (idrossiapatite di calcio).

È importante segnalare che nessun filler permanente ha ad oggi ottenuto l’approvazione della FDA.

In Italia si è in attesa di una legge che stabilisca quali siano quelli permessi e quelli vietati e che obblighi alla “tracciabilità ” dei prodotti utilizzati, ma anche se non ancora obbligatoria essa viene già adottata da tutti i seri professionisti.